Ma per fortuna che c’era il Gaber
Viaggio tra inediti e memorie del Signor G

giacobazzi

Una produzione Centro Teatrale Bresciano in collaborazione con Giovit
con Gioele Dix
drammaturgia e regia Gioele Dix
pianoforte Silvano Belfiore
chitarra Savino Cesario
elaborazione da testi e musiche Giorgio Gaber e Sandro Luporini
si ringrazia per la collaborazione la Fondazione Gaber
distribuzione Retropalco srl

Gioele Dix, nella doppia veste di attore e cantante, rende omaggio a Giorgio Gaber con lo spettacolo nato in occasione del ventennale della scomparsa del cantautore milanese.
Considerato da molti come il migliore interprete delle aspirazioni di giovani, grazie alla sua sensibilità – e a quella del suo straordinario compagno di scrittura Sandro Luporini – Gaber ha saputo intercettare gli umori di una generazione vitale, polemica, inquieta, spesso anticipandone contraddizioni e cambi di rotta.

Ma per fortuna che c’era il Gaber è costruito come un insolito itinerario all’interno del teatro canzone di Gaber e Luporini, in cui si intrecciano brani conosciuti del loro repertorio con musiche e testi variamente inediti: versi mai musicati, canzoni mai eseguite dal vivo, monologhi abbozzati e mai completati.
Lo spettacolo è il più recente di una serie di tributi che Gioele Dix, a partire dal 2004, anno in cui si tenne il primo Festival Gaber a Viareggio, ha dedicato all’artista milanese, del quale è stato convinto ammiratore fin dall’adolescenza.

Foto

Venerdì 15 e sabato 16 novembre 2024
ore 21.00

Incluso negli abbonamenti:
IL CELEBRAZIONI – Atto Unico
L’ALTRO CELEBRAZIONI – Atto Primo
L’ALTRO CELEBRAZIONI – Atto Secondo (A SCELTA)

BIGLIETTI IN VENDITA DAL 23 SETTEMBRE 2024

Foto

Calendario Eventi